Come usare la Smart Area

La Smart Model Area è un’area urbana all’interno della città di Modena, dotata di un’infrastrutturazione di base (videocamere; rete di comunicazione 4,5G; server dati; sensori) per la sperimentazione della comunicazione bidirezionale tra veicoli connessi ed elementi della mobilità e della città (VtX) e per la sperimentazione di veicoli attrezzati con dispositivi ADAS fino a livello 3 e 4. L’area è attiva dal 2017, fin dai primi test si è dimostrata un’opportunità fondamentale. Ulteriori infrastrutture tecnologiche sono in fase di installazione. La realizzazione dell’area nasce dalla collaborazione fra Comune di Modena e Regione Emilia-Romagna, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Lepida SpA, Hera Luce, AD Consulting.

Oggi si sta ampliando l’area tramite l’inclusione della strada extra-urbana a scorrimento veloce Modena-Sassuolo-Fiorano (SS 724 diramazione per Sassuolo con ANAS) così da ottenere il riconoscimento per la sperimentazione ai sensi del Decreto “Smart Road”.

Una delle unicità della città di Modena è che a livello strutturale è caratterizzata da strade pianeggianti, che consentono un’ottima visibilità ai sistemi ADAS in fase di testing, tanto da identificare Modena come il perfetto “paziente modello”. Ciò consente di valutarne le relative performance in termini di reazioni dettate da agenti esterni alla vettura (“Wost case – obstacle management). Il “modus operandi” adottato è quello di avere la possibilità di testare (prima) “in vitro” le tecnologie attraverso il supporto dell’Autodromo di Marzaglia, per poi selezionarne “in vivo” per la mobilità urbana in città ed extra-urbana il relativo portafoglio da validare in strada aperta al pubblico.

Fra le tecnologie già testate ricordiamo:

  • 4 semafori interconnessi a sistema cloud;
  • segnaletica digitale;
  • telecamere per riconoscimento ostacoli operanti con software “AI”;
  • Video analisi per “Smart parking”;
  • Sensoristica varia interconnessa attraverso la rete “LoRa”, 4G dedicato e attivazione 5G (frequenze test);
  • smart monitoring per output economici, cronologici, ambientali, sicurezza su strada, cyber security e indicatori sociali di qualità della vita e trasformazione delle abitudini dei cittadini.

Nell’area urbana è collocato il Data Center, oggi in fase di cantiere, realizzato dal Comune di Modena e co-finanziato nell’ambito del Programma Periferie e con il contributo di UNIMORE, Lepida S.p.a. e Fondazione Democenter. Il Data Center è il centro tecnologico che renderà più efficiente la rete locale dell’ICT, oltre ad essere hub di diffusione della cultura digitale incluso nella Rete dei Luoghi dell’Innovazione del Piano Smart City del Comune di Modena, sede della Cyber Security Academy, attualmente attiva presso altri spazi, e dell’Automotive & Security Computer Center oltre che della Smart City Control Room.

Menu